rotate-mobile
Sabato, 20 Aprile 2024
Politica Aversa

Elezioni. Accelerata sulle intese, ipotesi corsa a 5 per la fascia tricolore

Oliva chiude l'accordo con Farinaro, Matacena verso la candidatura la centro. Incognita Pd mentre Golia torna in corsa

Un’accelerata improvvisa a due mesi dalla presentazione delle liste e così comincia a delinearsi la situazione politica ad Aversa. Coalizioni e liste stanno prendendo forma anche se siamo ancora in una fase primordiale. Al momento, potrebbero essere cinque i candidati sindaco pronti a contendersi, il prossimo 8 e 9 giugno, la fascia tricolore. 

Farinaro unisce il centrodestra

Antonio Farinaro sarà il candidato sindaco di una coalizione con Forza Aversa e le liste i cui componenti fanno riferimento al presidente del consiglio regionale Gennaro Oliviero. E non solo. Alfonso Oliva ha abbandonato le velleità di candidarsi a sindaco ed ora siede al tavolo della coalizione di Farinaro. Con lui anche Nicola de Chiara, ex vicesindaco della seconda consiliatura Ciaramella.

Franco Matacena candidato per il centro

Sarebbe Franco Matacena, attuale presidente dell’Ordine dei commercialisti di Napoli Nord, il candidato sindaco individuato dalla coalizione di centro. Con lui i Moderati di Giovanni Zannini, Noi Aversani di Luciano Sagliocco, Forza Italia con Gianpaolo Dello Vicario. Diverso il discorso per Orlando de Cristofaro che, dopo la presentazione del suo progetto civico, si aspettava maggiori adesioni. Rimasto solo con Francesco di Palma e Luca Granato starebbe pensando di continuare in solitaria il percorso con la candidatura a sindaco in autonomia. Una prova di forza che ricalca quella fatta dal padre Enrico 5 anni fa e che si conclude con la mancata presentazione delle liste. Prima dell’ufficializzazione del nome di Matancena, però, potrebbero esserci le primarie. Questo sarebbe il modo per far entrare in questa coalizione anche il Partito democratico di Marco Villano.

L’incognita Partito democratico

Il Pd non sa che cosa fare e dove collocarsi. Gli unici possibili alleati, al momento, sono i grillini del Movimento 5 stelle che, però, avrebbero avuto interlocuzioni anche con altri possibili alleati a partire dai Moderati di Zannini. Per questo l’ex vicesindaco della giunta Golia Marco Villano sta provando a colloquiare con la coalizione di centro pur incontrando ostilità. Intanto, però, Paolo Santulli non ha accantonato l’idea di poter avere la maggioranza all’interno del partito e sarebbe impegnato nel tesseramento. Pronta alla candidatura è l’ex assessore all’Ambiente Elena Caterino che è in pole rispetto a Marco Villano.  

L'ex sindaco Alfonso Golia

Il sindaco uscente Alfonso Golia dopo qualche mese di silenzio e riflessione, incitato dal gruppo de ‘La politica che serve’ sarebbe pronto a scendere in campo nuovamente. Con lui, compatti, gli ex amministratori del gruppo civico e qualche deluso del Pd. L’ex sindaco starebbe lavorando a due liste di ispirazione progressista.

Il Basilisco con D'Angelo

Unica candidata certa è l'ex consigliera Eugenia D'Angelo che domenica 3 marzo presenterà il movimento il Basilisco e la sua candidatura a sindaco. D'Angelo, nella nota con cui ha annunciato il primo appuntamento con gli elettori, intende porsi come alternativa al "mercato delle vacche" che stanno mettendo in scena altri partiti e candidati". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni. Accelerata sulle intese, ipotesi corsa a 5 per la fascia tricolore

CasertaNews è in caricamento