rotate-mobile
Politica Orta di Atella

Sindaco 'caccia' 4 consiglieri dalla maggioranza

Nervi tesi in consiglio comunale, il primo cittadino allontana i 'dissidenti'

Il sindaco Santillo colloca Lampano, Migliore, Dirasco e Liguori in opposizione. Una mossa politica compiuta dal sindaco di Orta di Atella, Antonino Santillo, che ha delineato chiaramente la posizione dei consiglieri comunali Raffaele Lampano, Giovanna Migliore, Tiziana Dirasco e Imma Liguori: sono stati collocati in opposizione. Questa decisione arriva in seguito a tensioni e polemiche che hanno scosso il panorama politico locale, soprattutto dopo le dichiarazioni infuocate di Lampano su Facebook, le quali hanno generato un acceso dibattito all’interno della comunità ortese.

La mossa del sindaco Santillo ha l’obiettivo di chiarire la situazione politica e di stabilire chiaramente i confini tra maggioranza e opposizione, essenziali per il corretto funzionamento delle istituzioni comunali. La collocazione in opposizione di questi consiglieri potrebbe avere un impatto significativo sulle dinamiche del consiglio comunale e sull’attuazione delle politiche locali. È probabile che ciò comporti un cambiamento nei rapporti di forza all’interno dell’assemblea cittadina e influisca sulle future decisioni e proposte legislative. In questo contesto, diventa fondamentale monitorare da vicino l’evolversi della situazione politica a Orta di Atella e osservare come questa nuova dinamica influenzerà il governo e l’amministrazione della città nei prossimi mesi.

Anche perché nel consiglio comunale di Orta di Atella, le tensioni sono alle stelle in seguito alle dichiarazioni infuocate del consigliere Raffaele Lampano contro il sindaco Antonino Santillo. Il post pubblicato su Facebook dal consigliere ha scatenato una serie di polemiche e reazioni, portando alla luce un conflitto interno che rischia di compromettere l’armonia all’interno dell’amministrazione locale. Il commento social di Lampano, in cui critica aspramente il sindaco Santillo e solleva pesanti accuse, ha suscitato scalpore e indignazione. Il focus delle critiche è stato l’accesso agli atti dell’ex capogruppo di Orta riguardo a provvedimenti degli assessorati alle Politiche sociali e ai Lavori pubblici.

Le parole di Lampano, intrise di rancore e risentimento, hanno evidenziato una frattura all’interno della maggioranza consiliare. Tuttavia, ciò che ha destato maggiore sconcerto è stata l’assenza di un annuncio formale del passaggio del consigliere all’opposizione.

Il sindaco Santillo ha risposto con fermezza alle accuse, evidenziando l’inappropriata natura delle critiche e ribadendo la necessità di mantenere un dialogo costruttivo all’interno dell’amministrazione comunale. “Il confronto politico deve avvenire nel rispetto delle istituzioni e dei ruoli”, ha dichiarato Santillo chiarendo la propria posizione e mettendo in evidenza la necessità di evitare polemiche sterili che possano danneggiare l’immagine e l’efficienza dell’amministrazione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sindaco 'caccia' 4 consiglieri dalla maggioranza

CasertaNews è in caricamento