rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Scuola

Educare alla lettura, parte il progetto 'Novecento al femminile'

Il progetto “Novecento al femminile: storie di donne tra letteratura, arte e musica” proposto dall’associazione Liberi Orizzonti APS di Caserta è risultato tra i 26 progetti vincitori del bando “Educare alla lettura 2020” del Centro per il libro e la lettura. L’evento è stato patrocinato dalla Regione Campania e dal Comune di Caserta, qualificata Città che legge dal CEPELL e ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani.

Si tratta di un corso di formazione sull'educazione alla Reading Literacy per docenti di scuola secondaria di secondo grado e si propone di ricostruire, attraverso l’analisi della produzione letteraria e storico-artistica relativa a scrittrici, musiciste, artiste e protagoniste del mondo del patrimonio culturale, il complesso itinerario di formazione dell’identità femminile del Novecento. Il progetto persegue quegli indirizzi che sottolineano il diritto delle donne ad avere accesso, partecipare e contribuire a tutti gli aspetti della vita culturale.

In quest’ottica anche il recente discorso della Presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, che ha confermato il bisogno “di una autentica svolta culturale e di politiche attive che rovescino gli stereotipi e promuovano un cambiamento profondo della percezione della donna e del rapporto tra i sessi”.

L’educazione è un processo che non può essere separato da ciò che si cerca di insegnare e allo stesso modo l’educazione alla lettura non può prescindere dalla conoscenza dei libri. Per conoscere i libri è necessario parlarne, dialogare intorno a essi, chiedere a chi ha già letto, di modo da riuscire a fare collegamenti che portano a nuove scoperte. Se l’insegnante desidera che in autonomia il giovane lettore arrivi a fare tutto questo, deve innanzitutto essere in grado di farlo lui. Questa attenzione nella ricerca è un’attività che ha a che fare con il prendersi cura, dei libri prima e dei lettori poi. Educatori alla lettura entusiasti, e competenti, innanzitutto lettori, stimolano i giovani al piacere della lettura in un percorso che sanno essere faticoso e che non può essere costellato di obblighi e imposizioni ma di ricerche, scoperte, esplorazioni.

Nel progetto specifico, ci si propone quindi di storicizzare e discutere delle vicende delle donne del ‘900 individuate sia attraverso la loro produzione letteraria e artistica che attraverso gli occhi e la penna di quanti ne hanno raccontato le gesta, evidenziandone l’evoluzione all’interno del modello canonico della letteratura, dell’arte e della musica italiana; favorire l’apprendimento di metodologie critiche che sviluppino una riflessione finalizzata a cogliere le differenze di genere; facilitare l’analisi delle ricadute delle differenze di genere nella contemporaneità culturale e sociale; incoraggiare la problematizzazione di alcuni concetti quali: la definizione di biografia, la relazione con il passato, l’esperienza della memoria e l’accesso alla creatività; promuovere lo studio e l’insegnamento degli orientamenti della differenza femminile nella storia della letteratura, del pensiero e della produzione artistico-musicale e il passaggio da forme di coscienza soggettive ad una forma di coscienza collettiva e politica della propria condizione; sviluppare la funzione di veicolo culturale della lettura, la capacità critica di riconoscere discriminanti o stereotipe visioni di genere e tradurre in azioni e comportamenti il concetto di parità sociale; offrire nuovi strumenti teorici per interpretare la complessità del mondo attuale e proporre una didattica delle discipline in una prospettiva di genere.

Il progetto vede la partecipazione, in qualità di partner, di numerose istituzioni scolastiche, associazioni culturali e librerie che insistono sulle province di Caserta e di Benevento nonché l’adesione al Patto di Lettura per la Città di Caserta. Hanno aderito al progetto Biblioteca Comunale “Alfonso Ruggiero” di Caserta, Biblioteca Diocesana di Piedimonte Matese , Campania Slam Poetry, Convitto Nazionale "Giordano Bruno" di Maddaloni, Istituto Superiore Telesi@ di Telese Terme (Benevento), Liceo Artistico Statale “San Leucio” di Caserta, Liceo “Federico Quercia” di Marcianise, Liceo Statale "Don Gnocchi" di Maddaloni, Libreria Controvento di Telese Terme (Benevento), Libreria Guida di Benevento, Spring Edizioni e Libreria Malìa di Caserta, Associazione Art Crime Project, Associazione Arte Litteram di San Giorgio del Sannio (Beneventio), Associazione Bonaventura onlus di Piedimonte Matese, Associazione Re-Generation Y-outh Think tank, Associazione Liberi Orizzonti, Università degli Studi della Campania “Vanvitelli”.

Le lezioni saranno tenute da docenti esperte (quali Barbara Bellani, Iolanda D’Angelo, Serena Epifani, Filomena Grimaldi, Lorena Pacelli, Nadia Verdile, Angela Capasso (Presidente di Liberi Orizzonti APS), Isabella Pedicini, Helga Sergio, Lucia Monaco) a partire da novembre fino a giugno 2023: si comporranno di una serie di attività didattiche e laboratoriali in modalità ibrida, dedicate alla presentazione dei profili delle donne protagoniste nei campi della scrittura, musica, arte e patrimonio culturale nonché alla lettura e all’interpretazione dei testi in programma. Durante gli incontri si incoraggerà la partecipazione attiva a discussioni e riflessioni comuni. Verranno programmati anche degli eventi dal vivo, con focus su specifiche tematiche (ad esempio alle donne in politica). Le prime due attività in corso sono A PARTIRE DA UN LIBRO in cui le grandi protagoniste del ‘900 si raccontano e vengono raccontate e VOLTA LA PAGINA, un programma di letture, con indicazioni bibliografiche, e distribuzione dei libri. Le attività successive riguarderanno aspetti più laboratoriali/pratici: introduzione alle tecniche di didattica animativa; organizzazione di un momento di lettura ad alta voce in classe; costruzione di UDA dedicate al tema; costruzione di una biblioteca scolastica; utilizzo di tecnologie dedicate alla lettura.

La partecipazione al corso è gratuita e ai discenti, circa 70 provenienti da ogni parte d’Italia, verrà rilasciato attestato del corso autorizzato dalla Direzione Generale educazione, ricerca e istituti Culturali del MiC (DPCM 169/2019, art. 15, c.2, l. b e f), valido ai fini della formazione del personale docente della scuola.

?

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Educare alla lettura, parte il progetto 'Novecento al femminile'

CasertaNews è in caricamento