rotate-mobile
Scuola Maddaloni

Innovazione nel segno della storia, la trasformazione del convitto "Giordano Bruno"

Il polo scolastico di Maddaloni diretto da Gervasio attraverso laboratori e progetti offre agli studenti una proposta formativa innovativa

“Una scuola nuova” nel metodo, nell’organizzazione, una rivoluzione, un luogo aggregante, questa è l’immagine, oggi, del Convitto Nazionale Giordano Bruno di Maddaloni. Opportunità ed experience per i teenagers del Convitto che vivono giornate intense, ricche, innovative e laboratory oriented.

Porte aperte verso l’interno e l’esterno, una scuola attraverso la quale costruire un solido percorso formativo e culturale, con mano ferma verso la storia ed aspetti che caratterizzano la nostra cultura classica. Il Convitto, diretto da Rocco Gervasio, attraverso l’intenso lavoro profuso negli ultimi anni, sta vivendo una profonda trasformazione.

Attraverso progettualità e attività si offrono agli allievi contesti di apprendimento innovativi attraverso i quali sviluppare competenze digitali e trasversali secondo un approccio esperienziale, basato sul problem solving e ricerca-azione. Da qui la realizzazione di laboratori didattici dedicati alla pratica, all'applicazione e alla sperimentazione di soluzioni progettuali innovative, spazi dove poter sperimentare l’artigianato digitale, il serious play e il tinkering, life skills, teamworking: laboratori Edugreen, Stem, musica, arte, Pnsd, chimica.

In questo quadro si inseriscono i laboratori innovativi di transizione ecologica Edugreen e i progetti Stem che si avvalgono dell’utilizzo di attrezzature specifiche e tecnologie innovative consentendo agli studenti di acquisire le competenze necessarie per poter affrontare al meglio le professioni del futuro. Attraverso i progetti Stem si intende offrire percorsi strutturati, introdurre la robotica come “mind tool”, come strumento cognitivo e ambientazione esperienziale con specifiche peculiarità di coinvolgimento e di originalità didattica.

Dunque, pur avvalendosi di nuove tecnologie l’obiettivo è sviluppare pensiero critico al fine di rendere sempre spendibili le proprie conoscenze facendole diventare vere e proprie competenze. Un Convitto all’avanguardia che propone percorsi innovativi anche finalizzati al conseguimento di certificazioni linguistiche, in preparazione alla mobilità nell’ambito del programma Erasmus + a cui docenti e studenti accedono con interesse e partecipazione.

Il Convitto, oggi, appassiona ragazzi e docenti, si prende cura delle future generazioni attraverso l’innovazione, rappresenta un motivante luogo di confronto e socializzazione, un luogo che coinvolge studenti, docenti e famiglie in un vortice di positività, creatività e costruttivismo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Innovazione nel segno della storia, la trasformazione del convitto "Giordano Bruno"

CasertaNews è in caricamento