rotate-mobile
Scuola Teverola

Impianti di areazione nelle aule dell'Istituto Ungaretti per ridurre il rischio contagi

La preside Caputo: "Se vogliamo vincere questa sfida dobbiamo poterla affrontare anche con l’ausilio di tecnologie più complesse"

Aumentano i contagi e c’è preoccupazione per il mondo della scuola che sta tentando di recuperare il tempo perduto. Il Ministero dell’Istruzione ha destinato fondi alle scuole finalizzati a garantire lezioni in sicurezza, prevedendo anche sistemi meccanici di areazione delle aule. Con le risorse del Decreto Sostegni le istituzioni scolastiche potevano provvedere all’acquisto di dispositivi di protezione, di materiale per l’igiene individuale o degli ambienti, interventi a favore della didattica, ma anche strumenti di areazione per migliorare le condizioni di sicurezza all’interno degli Istituti. Molte scuole non ne sono ancora dotate e si continua a ricorrere alle finestre per il ricambio d’aria.

L’Istituto Comprensivo Statale Giuseppe Ungaretti di Teverola non si è fatto trovare impreparato. “Abbiamo lavorato per rendere la scuola un luogo quanto più sicuro e protetto – spiega la dirigente Adele Caputo – un luogo capace di garantire agli studenti una maggiore sicurezza possibile: distanziamento, mascherine, igienizzazione degli spazi. Tuttavia, ho ritenuto di impiegare le risorse a nostra disposizione per dotare tutte le nostre aule anche di un sistema di areazione che ha un effetto positivo nella riduzione del rischio di diffusione del contagio. Se vogliamo vincere questa sfida – conclude Caputo – dobbiamo poter affrontare questa sfida anche con l’ausilio di tecnologie più complesse e noi ci proviamo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Impianti di areazione nelle aule dell'Istituto Ungaretti per ridurre il rischio contagi

CasertaNews è in caricamento