Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca Castel Volturno

Dubbi sull'identità del truffatore online: assolto

Un 37enne scagionato dal giudice dopo un raggiro da 3mila euro

Truffa on line e carta di credito clonata: assolto 'il truffatore' perché nella querela della vittima non era stata compiuta l'esatta identificazione. È la vicenda giudiziaria in cui è risultato esser coinvolto Antonio S., 36enne di Castel Volturno difeso dall'avvocato Paolo Caterino, a cui era contestato il reato di truffa aggravata.

Secondo gli inquirenti il giovane ingolosiva gli acquirenti con vendita di oggetti vari su siti ad hoc ed al momento dell'acquisto l'acquirente riceveva solo un ammanco sul suo conto corrente anziché la merce richiesta. Antonio S. è risultato essere utilizzatore di una carta postepay associata ad un conto corrente postale su cui aveva effettuato un bonifico di circa 3000 euro mediante la clonazione della scheda sim utilizzata dalla vittima per l'accesso ai dati bancari.

La vittima originaria del bolognese resasi conto della truffa sporse denuncia alle forze dell'ordine. Accurati accertamenti portarono a correlare il reato di truffa aggravata al 36enne castellano con una richiesta del pm ad 1 anno e 6 mesi di reclusione. Il Giudice delle Indagini Preliminari del Tribunale di Bologna Grazia Nart ha ritenuto insussistente tale correlazione adducendo che l'imputato non era ben identificato nella querela sporta dalla vittima della truffa, pronunciando così formula assolutoria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dubbi sull'identità del truffatore online: assolto

CasertaNews è in caricamento