menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(Foto di repertorio)

(Foto di repertorio)

Strutture per disabili irregolari, chiuse dopo il sopralluogo dei Nas

Igiene precaria e mancanza di requisiti strutturali, il provvedimento dell'Ente capofila d'ambito

La comunità alloggio per adulti disabili "Villa Bianca" e l'appartamento per persone adulte con disagio psichico "La Villetta", ubicati in viale Ricciardi a Castel Volturno, dovranno cessare le loro attività. A disporlo è stato il Comune di Mondragone in quanto Ente capofila dell'Ambito Territoriale C10, costituito altresì dai Comuni di Cancello  Arnone, Carinola, Castel Volturno, Falciano del Massico.

Alla base della decisione del Comune la nota del comando dei carabinieri per la tutela della salute (Nas di Caserta) che, a seguito di un sopralluogo eseguito il 23 dicembre 2019 presso le due strutture residenziali, hanno riscontrato una serie di irregolarità.

Nella prima struttura (Villa Bianca, ndr) è stata riscontrata la presenza di un numero superiore di adulti disabili psichici. Inoltre in entrambe le strutture di viale Ricciardi è emersa la gestione di un soggetto diverso oltre che precarie condizioni igienico-sanitarie, evidenza di diversi segni di muffa negli ambienti, mancanza dei requisiti strutturali previsti dalla normativa di settore, non funzionalità dell'ascensore installato per l'abbattimento delle barriere architettoniche, impianto elettrico con cavi non sottotraccia, con interruttori e prese mancanti di adeguate protezioni, arredi vetusti e in numero non sufficienti, mancata evidenza dei turni di servizio del personale addetto alla vigilanza degli ospiti, mancata esibizione di organigramma/funzionigramma, mancata evidenza della qualifica del personale addetto alla gestione della struttura, anche in considerazione delle patologie psichiatriche degli ospiti, mancata esibizione della polizza assicurativa prevista per la conduzione delle attività e del registro delle persone ospitate.

I disabili ospitati dalle due strutture dovranno essere trasferiti, a cura e spese delle società delle due strutture chiuse, in altre strutture residenziali o semi residenziali idonee alla specifica patologia dei soggetti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Autostrada liberata dopo 10 ore di inferno. "Andiamo a Roma"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento