Strage in discoteca, condannato il figlio del ras dei Casalesi con i complici

Dodici anni e 4 mesi ad Ugo Di Puorto per la tragedia di Corinaldo

Ugo Di Puorto condannato per la strage di Corinaldo

Ugo Di Puorto e Raffaelle Mormone condannati a 12 anni e 4 mesi, Andrea Cavallari 11 anni e 6 mesi, Moez Akari 11 anni e 2 mesi, Souhaib Haddada 10 anni e 11 mesi, Badr Amouiyah 10 anni e 5 mesi. Sono arrivate alle ore 15 le condanne per i sei ragazzi della provincia modenese a processo ad Ancona per la tragedia della Lanterna Azzurra di Corinaldo. All'interno della discoteca la notte tra il 7 e l'8 dicembre 2018 persero la vita sei persone: Benedetta Vitali e Mattia Orlandi di 15 anni, le 14enni Asia Nasoni ed Emma Fabini, Daniele Pongetti di 16 anni e la giovane mamma Eleonora Girolomini di 39 anni.

IL PADRE DI UNA DELLE VITTIME: "CI HANNO ROVINATO LA VITA"

Per i sei imputati, Ugo Di Puorto, Andrea Cavallari, Moez Akari, Raffaelle Mormone, Souhaib Haddada e Badr Amouiyah, le richieste dei pm, Paolo Gubinelli e Valentina Bavaj, andavano dai 16 ai 18 anni di reclusione con accuse che andavano dall'associazione a delinquere all'omicidio preterintenzionale, lesioni personali, furto e rapina. Il gup, che ha presieduto il processo con il rito abbreviato, é Paola Moscaroli e non ha riconosciuto la associazione per delinquere, riconoscendo invece il concorso, il che significa comunque che il giudice ha riconosciuto a tutti gli imputati lo stesso grado di responsabilità nell'omicidio preterintenzionale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accoltellato il dj Joseph Capriati: il padre arrestato per tentato omicidio

  • Un casertano 'firma' la nuova stazione della metro di New York

  • Joseph Capriati operato in ospedale. Ricostruita la lite in casa col padre

  • Caserta in ansia per Joseph Capriati, il dj più famoso da Ibiza agli Usa

  • Scuole chiuse, altri 3 sindaci firmano l'ordinanza di proroga

  • Muore improvvisamente ed i carabinieri scoprono la casa a luci rosse

Torna su
CasertaNews è in caricamento