Cronaca

Spari nella movida, 21enne torna libero dopo un anno

Moccia esce dal carcere dopo i fatti del bar Etoile: un ragazzo ferito da un colpo di pistola

Torna libero Franco Moccia, il 21enne di Aversa imputato di tentato omicidio per la lite con spari avvenuto fuori al Bar Etoile ad Aversa il 6 giugno 2020. La seconda sezione collegiale del Tribunale di Napoli Nord, presieduta dal giudice Giuseppe Cioffi (a latere Lucia Ferraro e Eugenio Troisi) ha accolto l'istanza di revoca della misura della custodia cautelare in carcere, a cui Moccia era sottoposto, avanzata dal suo difensore, l'avvocato Ferdinando Letizia, disponendone la scarcerazione.

Franco Moccia era ristretto presso la casa circondariale  "Francesco Uccella" di Santa Maria Capua Vetere dal 20 giugno 2020 (per quasi un anno) per effetto dell'ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Napoli Nord Erminio Paone il 19 giugno 2020 poiché ritenuto responsabile di tentato omicidio. I magistrati aversani in considerazione del procedimento di 1°grado definito con sentenza di assoluzione per Franco Moccia del reato di tentato omicidio (reato per il quale il pm richiese 22 anni di reclusione) hanno ritenuto che non sussistessero più le esigenze cautelari che giustificarono all'epoca l'applicazione della misura cautelare restituendogli così la libertà.

Moccia insieme a Gennaro Palma e Nicola di Santo si resero responsabili della lite con spari che avvenne al di fuori del locale clou della Movida aversana dove rimase ferito poiché attinto da un colpo di arma da fuoco un giovane. Secondo la ricostruzione operata dai carabinieri della compagnia di Aversa la sera del 6 giugno 2020 all'interno del locale nacque una lite tra i tre ed un diciassettenne. Il minore mostrò spavaldamente un coltello in suo possesso e per tutta risposta ebbe la bella mostra di una pistola. La discussione si spostò all'esterno del locale degenerando in rissa che non ebbe un tragico epilogo per l'intervento di un altro ragazzo rimasto poi ferito. Franco Moccia all'uscita del locale si impossessó della pistola dell'amico e la puntò contro il minorenne. Intervenne un altro ragazzo per sedare gli animi e nell'abbassare l'arma partì un colpo che attinse il giovane intervento a placare gli animi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spari nella movida, 21enne torna libero dopo un anno

CasertaNews è in caricamento