menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spari contro i carabinieri, chiesto l'ergastolo. Il pm: "Voleva ucciderli entrambi"

Durante la sparatoria morì un maresciallo e rimase ferito il militare Casertano

Giuseppe Papantuono la mattina del 13 aprile del 2019 aveva un solo interesse: " uccidere entrambi i carabinieri". Lo ha detto il pm Laura Simeone nel corso della sua requisitoria a margine della quale ha invocato l'ergastolo per l'omicidio del maresciallo Vincenzo Di Gennaro e 5 anni per il tentato omicidio del carabiniere Pasquale Casertano, 28enne di Caserta, costituitosi parte civile insieme all'Arma dei Carabinieri. 

Solo la "la prontezza del militare Pasquale Casertano, che mise in moto l'auto di servizio e fuggì" evitò che anch'egli finisse vittima dell'agguato avvenuto a Cagnano Varano, in provincia di Foggia. Si torna in aula ad aprile, secondo quanto riferiscono i colleghi di FoggiaToday

La follia degli spari contro i carabinieri si è verificata il 13 aprile del 2019. Papantuono era in strada e ha chiamato i carabinieri. Non appena il militare ha abbassato il finestrino, l'uomo ha sparato uccidendo Di Gennaro e ferendo Casertano. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

social

Un grave lutto colpisce il pizzaiolo Francesco Martucci

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Tasso positività schizza al 14%, nel casertano 276 nuovi casi

  • Attualità

    Ergastolo ostativo cancellato. "Così la camorra ha vinto"

  • Cronaca

    Contagi troppo alti, scuole chiuse un'altra settimana

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento