Spari dall’auto in corsa, chiesti 9 anni di carcere

Udienza in Appello dopo la condanna in primo grado

Il procuratore generale ha chiesto la conferma della condanna a 9 anni di carcere per Giuseppe Musto, 29 anni di Villa Literno, nel processo in Corte d’Appello che si è tenuto questa mattina a Napoli. L’uomo è accusato di tentato omicidio per aver esploso 4 colpi di pistola da un’automobile in corsa contro quattro ragazzi, tre dei quali si sono costituiti parte civile. I fatti sono avvenuti nel 2017: il 29enne di Villa Literno esplose colpi di pistola contro i presenti nell'altra automobile (che erano di Casapesenna e San Cipriano) dopo una lite per motivi di viabilità. In primo grado è stato condannato a 9 anni di carcere col rito abbreviato. L’imputato è difeso dagli avvocati Laudante e D’Errico; le parti civili sono rappresentate da Gennaro Caracciolo e Pierluigi Grassi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Psicosi coronavirus, monitorati altri 2 casi nel casertano. Sono rientrati dal Nord nelle ultime ore

  • Coronavirus, i sindaci chiudono le scuole per tutta la settimana

  • Psicosi coronavirus, caso sospetto in ospedale: attivato il protocollo sanitario

  • Mamma costretta a fare orge per mantenere la figlioletta: "Se smetti ti uccidiamo"

  • Latitante arrestato in una villetta del casertano, in manette anche un commerciante

  • Sevizie dopo le proposte in chat, la 'sorpresa' su viale Carlo III: ecco come ha agito la baby gang

Torna su
CasertaNews è in caricamento