Cronaca

Spari contro mamma e figli, convalidato l'arresto del 25enne

Il giovane avrebbe sparato contro la vettura nella quale c'erano anche dei bambini: è accusato di tentato omicidio

La strada di Cesa dove ci sono stati gli spari

Il Gip del tribunale di Napoli Nord Grunieri ieri mattina ha convalidato il fermo di Salvatore Colombini, arrestato tre giorni fa per gli spari. Il giovane, assistito dagli avvocati Enzo Guida e Daniele Caserta, è indiziato di tentato omicidio ai danni di Anna Marino e della mamma Luisa Milone che si trovavano insieme in auto la notte degli spari unitamente a due bimbi.

Anna Marino, figlia di Luisa Milone, si trovava a bordo della Panda contro cui sono stati esplosi diversi colpi di pistola. Secondo le prime ricostruzioni la vittima sarebbe stata raggiunta da due uomini: uno degli aggressori, a un certo punto, presumibilmente in seguito a una lite scoppiata per questioni personali, avrebbe impugnato una pistola sparando all’impazzata contro l’auto sulla quale si trovava la donna, con il rischio di uccidere o di ferire gravemente lei e i figli che in quel momento si trovavano all’interno dell’autovettura.

Per fare luce sul chiaro tentativo di omicidio consumatosi sono state avviate le indagini da parte dei carabinieri di Aversa.

Il movente nonché le ragioni che hanno spinto il giovane a compiere un gesto così estremo e pericoloso, che sarebbe potuto consumarsi in tragedia, sono però ancora all’oscuro da parte degli inquirenti.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spari contro mamma e figli, convalidato l'arresto del 25enne

CasertaNews è in caricamento