rotate-mobile
Giovedì, 9 Febbraio 2023
Cronaca Casal di Principe

Spara al rivale col fucile dopo la lite in strada: arrestato

Tragedia sfiorata a Casal di Principe. Il colpo esploso centra la macchina di un 55enne

Prima la lite furiosa per questioni di viabilità, poi il colpo d'arma da fuoco partito da un fucile a canne mozze per 'punizione'. È il peculiare retroscena dell'arresto di Pietro Salzillo, 55enne di Casal di Principe accusato di tentato omicidio e detenzione illecita di arma da fuoco, disposto e convalidato dal Sostituto Procuratore del tribunale di Napoli Nord Fabio Sozio per i fatti avvenuti nella tarda serata di mercoledì a Casal di Principe in prossimità di Piazza Italia.

Salzillo si trovava a bordo di una Dacia Duster in via Ginevra quando trovava interdetto il passaggio della strada da F.P., 55 anni casalese, a bordo della sua Fiat 500 XL che si intratteneva in una conversazione con un altro soggetto. Tra i due automobilisti è nato un diverbio su chi dovesse avere la precedenza. Gli animi si accendono: volano insulti e dichiarazioni millantate di appartenenza al clan locale. Salzillo torna a casa e prende un fucile a canne mozze. Intercetta il 55enne a via Ginevra ed a bordo della sua vettura esplode un colpo di arma da fuoco contro la vettura del rivale, colpo che si conficca nella parete adiacente alla Fiat 500 XL. Nessun ferito.

La vittima si reca dagli agenti del Posto Fisso di Casapesenna per denunciare il fatto. Salzillo viene rintracciato dagli agenti in nottata ed ammette l'accaduto specificando che l'arma utilizzata non era sua ma nella sua disponibilità. Il Sostituto Procuratore dispone il fermo che è stato convalidato. Salzillo è stato tradotto presso il carcere di Santa Maria Capua Vetere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spara al rivale col fucile dopo la lite in strada: arrestato

CasertaNews è in caricamento