Droga nella villa comunale, in 8 rischiano il processo

Tre degli indagati erano stati arrestati dai carabinieri a Piedimonte Matese

La procura di Santa Maria Capua Vetere ha chiuso le indagini nei confronti degli 8 indagati per il giro di spaccio di droga fermato dall’indagine dei carabinieri della Compagnia di Piedimonte Matese, che due settimane fa portò all’esecuzione di 5 ordinanze nei confronti di Mauro Iasalvatore (carcere), Giuseppe Di Muccio e Giuseppe Junior Di Muccio (domiciliari), Umberto Passariello (obbligo di presentazione alla polizia) e Diego Cancelmo (obbligo di dimora).

Come emerso dalle indagini, lo spaccio avveniva previo contatto telefonico per concordare gli incontri e le cessioni si verificavano in maniera discreta e veloce in luoghi abitudinari quali la villa comunale, la stazione ferroviaria, il centro storico "La Sorgente", nei pressi di alcuni esercizi pubblici della Piazza Carmine - cuore della cittadina matesina - e nella frazione di Sepicciano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ora la stessa procura, scrive 'Cronache di Caserta', dovrà decidere se chiedere al giudice per le indagini preliminari il rinvio a giudizio degli indagati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio nel cuore di Caserta: uccide la mamma poi si costituisce

  • Sorpreso con la motosega nel bosco, sequestrati 40 quintali di legna | FOTO

  • Sparatoria alla Bnl, fermata la banda di rapinatori

  • L'omicidio del corso: Rubina uccisa dal figlio a coltellate nella notte

  • Mamma e figlio di nuovo positivi al coronavirus dopo essere guariti

  • Cena finisce in tragedia: uccide l’amico con una coltellata al petto

Torna su
CasertaNews è in caricamento