Cronaca

Droga, processo per 14 rischia di spacchettarsi

Alcuni imputati potrebbero finire davanti al collegio

Potrebbe spacchettarsi il processo per spaccio di droga a carico di 14 persone coinvolte in un’inchiesta su decine di cessioni di droga che erano state scoperte nell’ambito di un’indagine più grande coordinata dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord. Il processo è incardinato davanti al gip Farina del tribunale di Napoli Nord ma alcuni imputati potrebbero finire davanti al collegio.

Gli imputati sono Antonio Auletta, 44 anni di Castel Volturno; Rosario Savanelli, 33 anni di Castel Volturno; Salvatore CoppettaBiagio Orefice, 50 anni di Orta di Atella; Antonio SciarraLuigi RiccioUmberto Lampitelli, 42 anni di Sant’Arpino; Amelia Trabalzo, 32 anni di Capodrise; Nunzio CaldoreDomenico LamiAntonio SilvestreRaffaele Roberto. La Procura li accusa di diversi episodi di spaccio tra Marcianise, Teverola e l’hinterland napoletano. Nella stessa inchiesta sono stati coinvolti un’altra quarantina di indagati che saranno giudicati col rito abbreviato o che hanno incardinato patteggiamenti.

La decisione finale sarà presa nella prossima udienza di settembre. Nel collegio difensivo sono impegnati gli avvocati, tra gli altri, Nicola Musone, Giuseppe Foglia, Marco Trasacco, Raimondo Capasso, Mauro Simonelli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga, processo per 14 rischia di spacchettarsi

CasertaNews è in caricamento