Sabato, 15 Maggio 2021
Cronaca

Cocaina e 20mila euro nella villa, padre e figlio restano in cella

Obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per un 44enne trovato con le piante di marijuana

Il blitz dei carabinieri a Mondragone

Convalidato l'arresto per A. S, 49enne, e M. S., 23 enne, padre e figlio entrambi residenti a Mondragone, arrestati mercoledì scorso per detenzione a fini di spaccio di cocaina. Per i due il giudice ha disposto la reclusione in carcere. Diversa la sorte, invece, per T.L., 44enne di Mondragone, che nel corso della stessa attività era stato arrestato per il possesso di 8 piante di marijuana. Per lui il giudice ha disposto l'obbligo di presentazione alla pg.

Padre e figlio sono stati arrestati dal nucleo operativo radiomobile della compagnia carabinieri di Sessa Aurunca coadiuvati dal locale reparto territoriale e dall'unità cinofila del nucleo carabinieri di Sarno. I militari a seguito di una perquisizione, nella lussuosa villa di via Po, hanno rinvenuto e posto sotto sequestro  500 grammi di cocaina purissima sporzionata e già pronta per esser venduta nelle piazze di spaccio.

Gli uomini dell'Arma proseguendo nelle perquisizioni trovarono 20 mila euro in contanti occultati in un garage. Il GIP del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere sulla base dell'operazione condotta dagli uomini dell'Arma e su elementi incontrovertibili di colpevolezza a carico dei due mondragonesi ha convalidato l'arresto e confermato la permanenza di A. S  e M. S. presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

Nell'ambito della stessa attività finì nei guai anche T.L beccato in possesso di 8 piante di marijuana, per un peso complessivo di oltre 3 chili e mezzo, e di quasi 200 grammi di erba già essiccata e quindi pronta per l'uso o la vendita. Nel suo caso il giudice, pur convalidando il fermo, ha disposto una misura cautelare meno afflittiva.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cocaina e 20mila euro nella villa, padre e figlio restano in cella

CasertaNews è in caricamento