Cronaca

Spacciatore tenta di rientrare in Italia sulla nave della Ong

Il 37enne arrestato dalla squadra mobile a bordo della 'Alan Kurdi' aveva precedenti per spaccio nel casertano

La motonave Alan Kurdi

Stava cercando di rientrare in Italia a bordo della nave 'Alan Kurdi', dell'Ong tedesca Sea Eye, attraccata ieri al porto di Taranto, quando gli agenti della squadra mobile lo hanno tratto in arresto.

Protagonista della vicenda un 37enne nigeriano che aveva tentato di far ritorno nel "Bel paese" dopo un decreto di espulsione  con divieto di ritorno per 5 anni. Nel corso delle fasi di identificazione degli 88 tra profughi e migranti i poliziotti, in collaborazione con i militari della guardia di finanza, hanno rilevato come a carico dell'uomo ci fossero numerosi precedenti penali, tra cui un arresto, nel 2014, per spaccio di droga a Casal di Principe

Nel 2015 era stato imbarcato su un volo di linea per Lagos fino al tentativo di rientrare in Italia bloccato ieri. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spacciatore tenta di rientrare in Italia sulla nave della Ong

CasertaNews è in caricamento