rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Cronaca Sparanise

Sindaco indagato: blitz della polizia a casa. “Mi sospendo"

A Martiello è contestato un affidamento in materia di Servizi sociali

Il sindaco di Sparanise Salvatore Martiello è stato raggiunto questa mattina da un avviso di garanzia della Dda di Napoli che sta indagando relativamente ad un affidamento in materia di Servizi sociali del Comune.

La polizia stamattina si è recata a casa del primo cittadino per notificargli l’avviso di garanzia ed effettuare un’acquisizione di documenti. Al sindaco è contestato un unico episodio risalente al 2020.

“Confido nell’operato della magistratura inquirente ed ho già dato mandato al mio legale Angelo Raucci di chiedere di essere ascoltato sin da subito per chiarire la mia posizione; nelle more, ho deciso di autosospendermi dalla carica di Sindaco fino ad avvenuto chiarimento della vicenda giudiziaria che mi riguarda”.

Non è la prima volta che i fari della Procura antimafia si accendono sulla fascia tricolore di Sparanise. Già nel febbraio 2019 Martiello finì agli arresti domiciliari con l'accusa di aver fatto pressioni per inserire ditte nelle manifestazioni di Natale (la cui organizzazione era stata affidata alla Pro Loco) assegnando alle stesse somme di danaro che erano state stanziate dal Comune.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sindaco indagato: blitz della polizia a casa. “Mi sospendo"

CasertaNews è in caricamento