Sequestrati 3 negozi di cannabis light dopo la sentenza della Cassazione

Il provvedimento d'urgenza della Procura notificato dai carabinieri

Le conseguenze della sentenza della Cassazione sulla vendita della cannabis light iniziano a farsi vedere.

Venerdì la Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere ha emesso un decreto di sequestro di tre negozi a Caserta città (due a via San Giovanni, l’altro in via Gemito) che è stato notificato dai carabinieri di Caserta guidati da Andrea Cinus.

LA SENTENZA DELLA CASSAZIONE

All’interno dei locali sono state trovate foglie, inflorescenze, olio e resina ottenuti dalla varietà di canapa Sativa light che in seguito alla sentenza della Cassazione devono essere considerati fuorilegge.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per questo motivo i tre gestori dei negozi sono stati anche denunciati. La sentenza (di cui si attendono ancora le motivazioni) rischia di far chiudere migliaia di negozi che sono stati aperti in tutta Italia. Molti negozi sono stati chiusi preventivamente per evitare conseguenze come quelle di Caserta (e le contestuali denunce).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Picchia il vicino due volte in mezza giornata: arrestato 45enne

  • Muore il medico Daniele Ferrucci

  • Confiscato un tesoro da 22 milioni di euro all'imprenditore 'amico' dei Casalesi

  • L'ombra dei servizi segreti all'incontro tra Zagaria e l'ex capo del Dap

  • Camorra a Caserta, la moglie del boss comanda durante la detenzione: 7 arresti

  • Schianto frontale tra due auto, conducenti gravi in ospedale | FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento