Due capanni abusivi sequestrati dai vigili urbani I FOTO

Le opere intestate alla mamma di un imprenditore

Uno dei capanni sequestrati

Sequestrati due capanni abusivi nel centro storico di Castel Volturno dalla polizia municipale. In via Parchetti San Rocco sono stati sottoposti a sequestro preventivo due capanni: il primo di circa 200 mq2 adibito a deposito mezzi ed il secondo di circa 160 mq2 utilizzato come deposito attrezzi.

Gli agenti della polizia municipale castellana hanno denunciato la proprietaria del terreno su cui si ergevano i due manufatti abusivi, R. M., 72 anni, madre di un noto imprenditore nel settore della termoidraulica. I capanni sono stati realizzati in area soggetta a vincolo paesaggistico e sismico in totale violazione delle prescritte norme in materia edilizia.

Nel 2016 la donna presentò presso il Comune di Castel Volturno una richiesta per la realizzazione di un muro perimetrale. A seguito di un controllo della polizia municipale si riscontrò una difformità tra l'oggetto della richiesta ed i lavori realizzati. Gli agenti sequestrarono le opere abusive, denunciarono la proprietaria 72enne per abuso edilizio ed apposero i sigilli all'intera area.

Nel 2019, a seguito di un secondo accesso nel terreno di R. M., gli agenti della polizia municipale hanno constatato la prosecuzione dei lavori ovvero la realizzazione del secondo capanno, la violazione dei sigilli, l'inottemperanza dell'ordine di demolizione. Inevitabile il sequestro dell'area ed il deferimento della recidiva 72enne per varie violazioni in materia edilizia alla Procura di Santa Maria Capua Vetere.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mani massacrate a martellate: un casertano tra i picchiatori del gruppo Contini

  • Il tesoro del killer dei Casalesi: in 11 rischiano la condanna

  • Dramma all'alba, muore noto avvocato

  • Cenerentola chiude, l'addio in una lettera: "50 anni bellissimi"

  • Gas dei Casalesi, 4 pentiti provano ad inchiodare i manager della Coop

  • Traffico in tilt all'uscita di Caserta Sud

Torna su
CasertaNews è in caricamento