Rissa all'Anfiteatro, sequestrata auto e 'bastone' utilizzato durante la 'battaglia'

Proseguono le indagini dei carabinieri: al vaglio anche le telecamere della zona

L'intervento dei carabinieri all'Anfiteatro

Fa importanti passi in avanti l’indagine dei carabinieri della Compagnia di Santa Maria Capua Vetere sulla maxi rissa avvenuta domenica sera nello spazio antistante l’Anfiteatro, dove due bande di giovani hanno dato luogo ad una violenta ‘battaglia’ davanti agli occhi di decine di persone.

I militari guidati dal capitano Macrì hanno infatti sequestrato una vettura, probabilmente utilizzata da alcuni dei soggetti che hanno partecipato alla rissa, trovando al suo interno un “oggetto atto ad offendere”, una chiave a croce per lo smontaggio degli pneumatici, uno degli arnesi utilizzati durante lo scontro all’anfiteatro.

Ancora ignota invece l’identità dei partecipanti alla rissa: al vaglio dei carabinieri ci sono alcune telecamere di videosorveglianza della zona, che potrebbero aiutare i militari a scovare i soggetti che hanno dato luogo all’incredibile battaglia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vinti 14mila euro nel casertano: centrato un terno al Lotto

  • La Campania può diventare 'zona arancione' nelle prossime 48 ore

  • Pasticcio zona rossa in Campania, oggi arriva la nuova classificazione

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Imprenditore casertano ubriaco alla guida uccide 37enne

  • La Campania 'promossa' in zona arancione: riaprono i negozi per lo shopping di Natale

Torna su
CasertaNews è in caricamento