rotate-mobile
Cronaca Aversa

Un cavillo lo salva dalla cartella esattoriale: Agenzia delle Entrate ko

Il giudice ha annullato la richiesta di pagamenti per prescrizione

F.G. di Aversa si è rivolto all'avvocato Domenico Carozza per promuovere giudizio contro l'Agenzia delle Entrate che gli aveva notificato una cartella esattoriale per l'importo di 34.462,98 per presunte omissioni contributive dal 2002 al 2013 nei confronti di una Cassa Professionale.

E' stata, pertanto, impugnata la cartella esattoriale innanzi al giudice del lavoro presso il Tribunale di Napoli Nord per chiedere l'infondatezza della pretesa esattoriale.

Il giudice, accogliendo uno dei motivi dell'impugnativa prospettato dal difensore del presunto debitore, ha accolto l'opposizione perché la notifica della cartella era avvenuta via PEC senza l'attestazione di conformità imposta dalla legge e, quindi, in assenza di validi atti interruttivi, era trascorso il termine di prescrizione. Per tale ragione F.G. Nulla deve alla Cassa Professionale e all'agenzia delle entrate .

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un cavillo lo salva dalla cartella esattoriale: Agenzia delle Entrate ko

CasertaNews è in caricamento