Cronaca

Quadri, borse e orologi di lusso rubati: nascosti in casa di 13 indagati

Scattano le perquisizioni dei carabinieri: trovato più di mezzo milione di euro. Nei guai anche un casertano

(foto di repertorio)

Truffe con banconote false, ricettazione e contraffazione: erano le principali 'attività' di una banda attiva in tutta Italia, sgominata dai carabinieri di Milano. Tredici le persone indagate dalla Procura meneghina, di cui nove uomini e quattro donne tra i 20 e i 55 anni. Tra gli indagati anche una persona residente a Casagiove.

Secondo quanto riferito da Milano Today, il primo colpo messo a segno dalla banda risale al mese di aprile, quando i militari dell'Arma sorpresero tre persone (due uomini e una donna) in via Benedetto Marcello mentre scaricavano da un furgone dodici orologi di lusso, 166 borse, tre pellicce, 406 francobolli e 1.800 banconote false da 200 euro. I tre, che erano stati trovati in possesso anche di 23mila euro in contanti, non avevano saputo giustificare in nessun modo tutto quel bottino ed erano stati denunciati. Continuando a seguire la scia, i carabinieri sono quindi arrivati ai tredici nuovi indagati (quattro slavi e nove italiani), che vivono tra Milano, Baranzate, Segrate, Levate e Casagiove.

Lunedì, con l'ok della Procura, sono scattate le perquisizioni, che hanno permesso ai carabinieri di mettere le mani su un'altra parte consistente del tesoro dei ricettatori. Sono infatti stati sequestrati 429mila euro in contanti, 19 orologi di lusso (tra Rolex, Cartier, Philippe Patek), profumi, occhiali da sole, abiti griffati e borse (non è ancora certo se contraffatte o meno), 13mila euro in banconote da 100 euro fac simile e 10 quadri, su cui sono adesso in corso gli accertamenti degli specialisti del nucleo di tutela del patrimonio culturale.

Oltre 300mila euro sono stati trovati a casa di un uomo che vive in centro a Milano e che aveva nascosto i soldi nei peluche dei suoi figli. Le indagini dei carabinieri della Compagnia Duomo proseguono adesso per cercare di capire se ci siano gli estremi per "aggredire" il patrimonio degli indagati, che risultano nullatenenti o quasi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quadri, borse e orologi di lusso rubati: nascosti in casa di 13 indagati

CasertaNews è in caricamento