menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lite tra prof del liceo ed i genitori di uno studente finisce in tribunale

Il Tar ha accolto la richiesta della docente contro la dirigente scolastica

I genitori di uno studente che si lamentano del trattamento subito da una professoressa del liceo classico Giannone di Caserta e la dirigente dell’istituto che vieta alla stessa di prenderne visione. E’ questa la storia che è arrivata davanti al Tar della Campania dopo il ricorso presentato dalla docente tramite l’avvocato Adinolfi e che è stato accolto proprio in questi giorni.

La storia inizia a giugno quando i genitori di uno studente del liceo classico casertano presentano rimostranze in una lettera alla dirigente scolastica relativamente all’operato della professoressa. Quest’ultima chiede di poter leggere la lettera in modo tale da poter prendere coscienza diretta delle rimostranze, ma le viene negato dalla dirigente scolastica. Scatta il ricorso al Tar che viene incardinato davanti alla Sesta Sezione (presidente Paolo Passoni). Ed i giudici ritengono che la richiesta della docente sia giusta, accogliendo il ricorso e dando un termine di 30 giorni alla dirigente per consegnare la lettera.

“Gli atti di cui si è negato l’accesso - si legge nella decisione - sono stati posti alla base del procedimento disciplinare, contribuendo in tal modo alla formazione della volontà amministrativa, concretizzatasi nel provvedimento emanato all’esito del procedimento. Ne consegue che non può dubitarsi che la ricorrente abbia un “interesse diretto, concreto e attuale, corrispondente ad una situazione giuridicamente tutelata” alla conoscenza degli atti del procedimento disciplinare”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento