Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Usura, chieste 5 condanne e 4 assoluzioni

La vittima è il titolare di una ricevitoria

Cinque condanne e 4 assoluzioni. Questa la richiesta della Procura di Santa Maria Capua Vetere a carico di un gruppo di usurai che hanno stretto nella loro morsa la titolare di una ricevitoria di Maddaloni.

Il pm ha invocato 4 anni e 2 mesi e 9mila euro di multa per Tommaso Giglio, titolare di una gioielleria a Maddaloni; 2 anni e 8 mesi ed 8mila euro di multa ciascuno per Giuseppe Fedele, Lorenzo Vinciguerra e Cioffi; 2 anni ed un mese per Luigi Marciano. Chiesta l'assoluzione per Costanza Orso, moglie di Giglio; Francesco Carfora, Antonio Avenia e Gaetano Galbiati.

Nel corso dell'udienza, celebrata oggi dinanzi al collegio presieduto dal giudice Roberto Donatiello, ha discusso la parte civile, rappresentata dall'avvocato Andrea Balletta, che si è associato alle richieste formulate dalla Procura. Discussioni anche per il difensore di Marciano e Vinciguerra, l'avvocato Ferraro. Il processo riprenderà fra una settimana per il prosieguo delle arringhe difensive. Nel collegio difensivo sono impegnati gli avvocati Rossi, Santoro, Stroffolino, Corsiero, Gallo e Grasso.

I fatti di cui al processo si sono verificati nel 2011 quando la commerciante si trovò nella spirale degli usurai, iniziando a contrarre debiti con altre persone per fare fronte a prestiti ricevuti. In soli sei mesi avrebbe restituito circa 200mila euro a fronte di prestiti pari alla metà.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Usura, chieste 5 condanne e 4 assoluzioni

CasertaNews è in caricamento