rotate-mobile
Cronaca Mondragone

Una ventina di operai addetti ai rifiuti vanno dai carabinieri e presentano una denuncia

"Ecco perché non lavoriamo". L'assessore li aveva 'denunciati' sui social network

Una ventina di dipendenti del cantiere rifiuti di Mondragone si sono presentati dai carabinieri per presentare una denuncia formale per le condizioni in cui sono costretti a lavorare. Che la situazione col passaggio di cantiere alla Isvec srl fosse peggiorata lo si era capito dai problemi nei primi giorni per la raccolta e dal sequestro, operato successivamente, dai carabinieri dell'area adibita a deposito dei mezzi. Nei giorni successivi il cantiere veniva trasferito al mercato ortofrutticolo dove, però, non ci sarebbero le necessarie garanzie igienico-sanitarie per poter permettere ai dipendenti di operare in tranquillità. Ma gli operai del cantiere lamentano anche una pessima gestione dei mezzi utilizzati per la raccolta e di non essere stati sottoposti a visita medica. Per questo motivo, spiegano i dipendenti, loro si sono rifiutati di lavorare, chiedendo ai carabinieri di indagare. Nei giorni scorsi lo stesso assessore all'Ambiente Antonio Federico aveva 'denunciato' il mancato lavoro dei dipendenti, scaricando su di loro le colpe della mancata raccolta dell'immondizia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una ventina di operai addetti ai rifiuti vanno dai carabinieri e presentano una denuncia

CasertaNews è in caricamento