rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Cronaca Portico di Caserta

Operai con il reddito di cittadinanza 'stanati' dalla polizia municipale

Blitz in un cantiere vicino alla zona Asi. Tre segnalati all'Asl perché senza dispositivi di protezione

Non si ferma il controllo del territorio da parte della Polizia Locale di Portico di Caserta, diretta dal Comandante Colonnello Antonio Piricelli. In pochi giorni sono stati scovati altri cittadini percettori del reddito di cittadinanza a lavorare sui cantieri edili privati.

Con l'arrivo dell'estate molti proprietari di civili abitazioni colgono l’occasione per svolgere lavori edili, incuranti del fatto che coloro che effettuano i lavori devono essere assunti regolarmente e, quindi, non possono percepire il reddito di cittadinanza. Dopo il cantiere ispezionato tre giorni fa, dove ad eseguire i lavori vi era personale che riceveva il sussidio dallo Stato e personale che operava con un ragno privo di ogni dispositivo di protezione individuale, il Comandante Piricelli, coadiuvato dai suoi uomini, nel corso di accertamenti su un altro cantiere, ubicato verso la zona Pip, durante i controlli finalizzati alla sicurezza dei lavoratori sui luoghi di lavoro, ha beccato altri operai "furbetti" che percepivano il reddito di cittadinanza, intascando, verosimilmente, la paga in nero. Nello stesso cantiere sono stati segnalati all'Asl di Caserta (Dipartimento Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro) tre operai perché eseguivano lavori privi di ogni dispositivo di protezione individuale. Il monitoraggio del territorio finalizzato a prevenire e reprimere gli abusi continua anche in altri settori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operai con il reddito di cittadinanza 'stanati' dalla polizia municipale

CasertaNews è in caricamento