rotate-mobile
Cronaca

Non si ferma a prestare soccorso, carabiniere assolto dopo 7 anni

Il luogotenente era accusato anche di lesioni colpose: il giudice lo ha scagionato

Luogotenente dell'Arma dei carabinieri accusato di lesioni personali colpose ed omissione di soccorso viene assolto dopo 7 anni. È quanto stabilito dal giudice della Prima Sezione Penale del Tribunale di Napoli Nord Eleonora Pacchiarini nei confronti del luogotenente dell'Arma dei Carabinieri G.F. 60enne di Caserta accusato di lesioni personali colpose e omissione di soccorso per un fatto accaduto il 2 marzo 2015.

Secondo la ricostruzione del pubblico ministero Vincenzo Calvagno D'Achille il luogotenente alla guida della sua Lancia Y non rispettando la segnaletica stradale e non arrestandosi all'uscita della SS 7bis Nola-Villa Literno si scontrava con una Fiat Bravo condotto da un ragazzo a Casal di Principe in via Vaticale. Dopo lo schianto nel quale il conducente della Fiat Bravo aveva riportato lesioni al collo e al braccio il militare secondo la Procura normanna non si sarebbe fermato a prestare soccorso. Il difensore del luogotenente l'avvocato Gianluca Giordano ha evidenziato incongruenze ed inesattezze nella ricostruzione del sinistro. Tesi che ha convinto il giudice ad assolvere il luogotenente con formula piena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non si ferma a prestare soccorso, carabiniere assolto dopo 7 anni

CasertaNews è in caricamento