Rapinatore ucciso, due superesperti per il giallo dell'ora della morte

Il tribunale nomina i consulenti per vederci chiaro sul delitto del 22enne

L'omicidio in via Campanello a Teverola

Un cardiologo ed un medico legale. Questo il collegio chiamato a redigere una perizia per fissare la morte di Aurel Xhili, il rapinatore albanese ucciso durante il colpo ai danni di una coppietta di Casapesenna in via Campanello a Teverola. I giudici della Corte d'Assise del tribunale di Napoli hanno conferito l'incarico con la perizia che dovrà essere depositata a metà gennaio.

E' quanto accaduto nei giorni scorsi nel corso del processo a carico di Clemente Cipresso, di Aversa, e del bulgaro Ivanov Hristov. 

Nel corso del dibattimento, infatti, le consulenze tecniche hanno rimesso in discussione l'impianto accusatorio. Secondo i medici, infatti, Xhili sarebbe stato attinto da un colpo di pistola al cuore che non gli avrebbe dato scampo nel giro di pochi secondi. Difficile pensare, quindi, che il ragazzo sia riuscito, una volta ferito, a scavalcare una recinzione e percorrere circa 150 metri prima di morire. Se così fosse mancherebbe un pezzo nella ricostruzione degli inquirenti. Xhili potrebbe essere stato ucciso dove è stato trovato o spostato dopo il delitto. Per fugare ogni dubbio è stata disposta una nuova perizia. Si tornerà in aula alla fine di dicembre per affidare l'incarico al consulente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I fatti di cui al processo si sono verificati nel gennaio dell'anno scorso. Secondo la ricostruzione degli inquirenti una banda composta da tre persone, una dei quali era Xhili, aggredì due giovani fidanzati di Casapesenna che si erano appartati in via Campanello a Teverola. I due ragazzi vennero minacciati con un coltello ed una pistola. Il giovane reagì e cominciò una colluttazione con uno dei rapinatori, Xhili. Partirono dei colpi di pistola. Uno attinse alla gamba la vittima della rapina, costituitasi parte civile con l'avvocato Guido Diana, ed altri due centrarono il rapinatore 22enne, uccidendolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Francesco Martucci è il miglior pizzaiolo d'Italia: al secondo posto l'altro casertano Franco Pepe

  • De Luca a 'Porta a Porta' lancia l'ultimatum: "Penultima ordinanza prima di chiudere tutto"

  • Tempesta nel casertano: abbattuti cartelloni pubblicitari ed alberi, volano anche pezzi di tetto | FOTO

  • Una casertana sbanca il programma di Gerry Scotti: vinti 55mila euro

  • “Avremo 5mila contagi in 4 settimane”, l'allarme di De Luca

  • Nel casertano si torna a morire e c'è un nuovo picco di contagi per Covid-19

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento