Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca San Felice a Cancello

Pedofilo ucciso, un poliziotto super-perito per sciogliere i dubbi sulla pistola

La nomina dei giudici dopo le perizie di segno opposto di procura e difesa

L'omicidio di Giuseppe Matarazzo

Sarà il commissario di polizia Gaetano Rizza, in servizio presso la Scientifica di Ancona, il superconsulente nominato dal tribunale di Benevento per la perizia balistica che dovrà dirimere i dubbi sulla pistola utilizzata per l'omicidio di Giuseppe Matarazzo, di Frasso Telesino, ucciso nel luglio 2018 dopo aver scontato una condanna per pedofilia. 

Il conferimento dell'incarico è arrivato oggi nel corso dell'udienza del processo a carico di Giuseppe Massaro, 57 anni di Sant'Agata de' Goti, e Generoso Nasta, 32 anni di San Felice a Cancello. Per entrambi la Procura aveva invocato l'ergastolo ma i giudici dopo le prime discussioni degli avvocati hanno disposto una nuova perizia. 

In particolare, si dovà stabilire se i proiettili repertati sulla scena del delitto siano compatibili con la 357 magnum detenuta (legalmente) da Massaro. Una circostanza che le perizie di parte - del pm e della difesa - non sono riuscite a chiarire, arrivando a conclusioni diamentralmente opposte. La relazione del perito è attesta per metà luglio. Nel collegio difensivo sono impegnati gli avvocati Orlando Sgambati, Angelo Raucci, Angelo Leone e Mario Palmieri. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pedofilo ucciso, un poliziotto super-perito per sciogliere i dubbi sulla pistola

CasertaNews è in caricamento