menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pedofilo ucciso, nuova perizia sulla pistola prima della sentenza

Colpo di scena al processo. I giudici vogliono sciogliere i dubbi sull'arma usata per il delitto

Una nuova perizia balistica sulla pistola utilizzata per l'omicidio di Giuseppe Matarazzo, il pastore di Frasso Telesino ammazzato a colpi di arma da fuoco la sera del 19 luglio 2018 nei pressi della sua abitazione dopo aver scontato una condanna per pedofilia. 

Il colpo di scena è arrivato sul filo di lana, a un passo dalla sentenza. Stamattina era in programma la discussione degli avvocati Mario Palmieri ed Angelo Raucci che difendono con Angelo Leone ed Orlando Sgambati i due imputati: Giuseppe Massaro di Sant'Agata de' Goti e Generoso Nasta di San Felice a Cancello. Il programma d'udienza prevedeva la conclusione delle arringhe e la sentenza ma i giudici della Corte d'Assise di Benevento hanno spiazzato tutti disponendo una nuova perizia balistica. 

A insinuare il dubbio erano state le conclusioni opposte dei consulenti nominati rispettivamente dalla Procura e dalla difesa, per la quale non era stata dimostrata "l'identità" della pallottola. Per questo si è resa necessaria una nuova perizia. I giudici hanno fissato ad inizio maggio l'udienza per il conferimento dell'incarico mentre il consulente verrà ascoltato a giugno. Il pm Francesco Sansobrino ha invocato l'ergastolo per entrambi gli imputati. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

'AstraDay', 24 ore di vaccino per tutti a Caserta: ecco come prenotarsi

Attualità

'AstraDay', il sito dell'Asl va subito in tilt per migliaia di accessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento