rotate-mobile
Cronaca Castel Volturno

Omicidio nella faida 'confessato' da Setola: 5 condanne

Il capo dell'ala stragista incassa 30 anni insieme a Mario Cavaliere, Russo e Cirillo. Dieci anni al pentito Domenico Bidognetti. Tre gli assolti

Cinque condanne, tre assoluzioni. Questo il verdetto del gup Visco del tribunale di Napoli per l'omicidio di Luigi Mosvaldo Caterino, avvenuto a Castel Volturno nel febbraio 1999 nell'ambito della faida tra il gruppo Bidognetti e quello dei Cantiello. 

All'esito del processo con rito abbreviato il giudice ha inflitto 30 anni a testa per il capo dell'ala stragista Giuseppe Setola, Mario Cavaliere, Giovanni Russo ed Alessandro Cirillo. Dieci anni la pena per il collaboratore di giustizia Domenico Bidognetti. Assolti, invece, Giuseppe Dell'Aversano, Francesco Cavaliere e Giovanni Simonelli (indagato a piede libero). Nel collegio difensivo sono stati impegnati gli avvocati Paolo Di Furia, Paolo Caterino, Paolo Raimondo, Elena Schiavone, Mirella Baldascino e Tammaro Diana. 

Secondo la ricostruzione della Dda Setola e Bidognetti sarebbero stati i mandanti del delitto commesso materialmente da Cavaliere mentre Russo avrebbe fatto da specchiettista. Una ricostruzione resa possibile, a distanza di anni, anche grazie al contributo di diversi collaboratori di giustizia tra cui lo stesso Domenico Bidognetti ed Antonio Iovine oltre che dalle dichiarazioni rese anche da Setola che ha confessato il suo coinvolgimento nell'omicidio. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio nella faida 'confessato' da Setola: 5 condanne

CasertaNews è in caricamento