Tragedia in fabbrica, sequestrato il muletto che ha investito Nando

Si è svolta l'autopsia sul corpo di Brunetti. La salma restituita ai familiari per i funerali

La tragedia a Capua

La Procura vole effettuare ulteriori verifiche sul muletto di proprietà della Grimaldi di Capua che ha investito il povero Ferdinando Brunetti, l'operaio di 39 anni di Bellona morto venerdì scorso in seguito ad un drammatico incidente sul lavoro avvenuto nell'azienda. 

E' stato il pm Iolanda Gaudino del tribunale di Santa Maria Capua Vetere a disporre il sequestro del carrello elevatore. Unico indagato, al momento, nel procedimento penale è il conducente del mezzo, difeso dall'avvocato Gerardo Marrocco, che avrebbe investito Brunetti provocandogli lesioni che ne hanno determinato la morte, avvenuta qualche ora più tardi al Sant'Anna e San Sebastiano di Caserta.  

Intanto nel corso della giornata di oggi si è svolta l'autopsia a cui hanno preso parte il consulente della Procura Salvarezza ed i periti nominati dalle parti, i medici Luca Lepore e Monetti. I familiari hanno conferito incarico ai legali Federico Simoncelli, Antonio Massimo Grillo e Nicola Capoluongo. Dopo gli esami - conclusi nel tardo pomeriggio - la salma è stata restituita ai familiari per i funerali. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Il casertano piange 24 vittime: un morto all'ora per Covid in una sola giornata

  • Quasi 2mila guariti nel casertano. Cala percentuale dei positivi

Torna su
CasertaNews è in caricamento