Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Carinola

Il dramma di Aron, morto a 4 anni nell'esplosione di Torino

La famiglia si era trasferita il giorno prima della tragedia da Carinola

Erano arrivati a Torino solo nella serata di lunedì da Carinola. Avevano pattuito il prezzo dell'appartamento, una mansarda in uno stabile in strada Bramafame al civico 42, due passi dallo stadio della Juventus. Qui in seguito all'esplosione della palazzina ha perso la vita il piccolo Aron Tila, appena 4 anni. 

Aron era giunto nel capoluogo piemontese con il padre e la madre ed i fratelli. Una Ford Fiesta ha accompagnato i loro sogni di vita nuova. In strada del Bramafame li hanno visti per la prima volta lunedì sera, quando la famiglia ha visionato il piccolo alloggio ricavato nel sottotetto. Meno di 30 metri quadrati. Troppo pochi per cinque persone. Così hanno deciso di dividersi. Papà Genci, 40enne, con i due figli più grandi di 11 e 15 anni, ha deciso di cercare un’altra sistemazione. Mamma Nertila, 34enne, è rimasta nell’appartamento insieme al piccolo Aron, 4 anni compiuti a maggio.

Il crollo del tetto non gli ha lasciato scampo. È morto sul colpo, schiacciato dalle macerie. La madre è stata ritrovata dopo un’ora di ricerche dai vigili del fuoco. Era praticamente illesa, ma è stata trattenuta in osservazione al Cto. Il padre, che non era presente al momento dell’esplosione, è stato colto da un malore quando è arrivato in strada del Bramafame ed è stato trasportato in stato di choc all’ospedale Maria Vittoria. 

La tragedia si è verificata nella giornata di martedì, 24 agosto. Una struttura di due piani con sei appartamenti dove abitano in prevalenza famiglie di origini albanesi e romene, di cui ora resta in piedi solo una parte, è esplosa per una fuga di gas da una bombola gpl. Questa la prima ricostruzione degli organi inquirenti. Nell'esplosione sono rimaste feriti altri due inquilini. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il dramma di Aron, morto a 4 anni nell'esplosione di Torino

CasertaNews è in caricamento