menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Infermiere casertano muore a 40 anni per Covid

Lascia la moglie e due figlie: lavorava all'ospedale di Ostia

E’ un infermiere di San Cipriano d'Aversa, che prestava servizio nel reparto di Medicina, il primo deceduto tra il personale dell’ospedale Grassi di Ostia. Aveva 40 anni e lascia moglie e due figlie piccole. Era ricoverato da oltre un mese in rianimazione e molto probabilmente ha contratto l’infezione nel reparto che la direzione dell’ospedale è stato costretto a chiudere il 22 gennaio scorso per l’esplosione di un cluster.

E’ il primo dipendente del nosocomio di Ostia a non essere riuscito a sconfiggere questa maledetta infezione che ha visto molti tra medici e infermieri del litorale combattere e, fortunatamente, vincere. Il 40enne di San Cipriano d'Aversa è stato per diversi giorni ricoverato presso la Terapia intensiva di Ostia prima di essere trasferito al Policlinico Umberto I dove si è tentato di praticare una terapia estrema che in molti altri casi è risultata vincente. Purtroppo nel suo caso non si è riusciti a vincere la battaglia e oggi (9 marzo) il cuore ha ceduto. I colleghi dell’infermiere sono costernati e afflitti. Per lui ci sono solo parole di cordoglio e di grande affetto. Era ritenuto unanimamente un buono, generoso e sempre disponibile, sia sul luogo di lavoro che fuori.

L'uomo amava profondamente la sua famiglia e viveva con intenso attaccamento il rapporto con le sue bambine. Nelle prossime ore la salma tornerà in provincia di Caserta. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Scooter contro auto, muore ragazzo di 17 anni

  • Cronaca

    Arrestato il consigliere comunale Danilo D'Angelo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento