menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Santa Maria Capua Vetere piange la scomparsa di Carlo Aulicino (foto Cronache Agenzia Giornalistica)

Santa Maria Capua Vetere piange la scomparsa di Carlo Aulicino (foto Cronache Agenzia Giornalistica)

Addio a Carlo Aulicino, cavaliere della Repubblica che ha fatto sognare in sella alla sua moto

Significativi i suoi traguardi nel campo motociclistico da centauro e da dirigente

Carlo Aulicino, Carlino come veniva amorevolmente chiamato dai suoi fans e dagli amici, se ne è andato giovedì dopo una esistenza intensa e proficua nello sport, nel commercio e nel sociale.

Insignito cavaliere della Repubblica, per meriti speciali, ha scritto significative pagine di storia agonistiche, prima nel mondo del motociclismo, e poi in quello amatoriale podistico. Aspetto signorile, educazione di altri tempi: ha ricalcato, da vero protagonista, il palcoscenico della vita.

Significativi i suoi traguardi nel campo motociclistico dove è stato prima centauro affermato (alcune sue vittorie nel “Gran Premio di Napoli”, nella “Tre Valle Varesina”, nel “Giro della Sicilia”, nel circuito “Dell’Arco Adriano” – dove ha gareggiato anche il pluricampione del mondo Giacomo Agostini - , nel “Circuito di Caserta”, nello “Scudo del Sud di Foggia”) poi dirigente del moto club e direttore di gare ed infine, nel 1966, il suo Team, con il giovane aversano Luigi Schiavone, conquistava il titolo italiano. Lascia tre figli: Pasquale, Giancarlo e Raffaele.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Autostrada liberata dopo 10 ore di inferno. "Andiamo a Roma"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento