Donna morta in hotel, indagato per omicidio l'amante casertano

La vittima presenta segni sul collo. Il 55enne rintracciato dai carabinieri in un altro albergo

Il ritrovamento della donna in un hotel a Firenze

Un 54enne residente in provincia di Caserta è indagato per l'omicidio preterintenzionale di Aicha Shili, la 55enne tunisina trovata morta in una camera di un albergo a 2 stelle al centro di Firenze.

In base ai primi risultati dell'autopsia, riferisce Today, eseguita ieri sulla donna all'istituto di medicina legale del policlinico fiorentino di Careggi, la morte risalirebbe a diverse ore prima del ritrovamento, probabilmente alla notte tra lunedì e martedì. L'indagato, invece, avrebbe detto al pm Ester Nocera, che sta indagando sul caso, che la donna Aicha Shili era ancora viva mercoledì mattina, quando lui ha lasciato l'hotel (dopo aver pagato la camera) per andare a Pisa (prenotando un altro albergo) dove poi è stato rintracciato dai carabinieri.

Aicha Shili, insieme all'uomo, di origini siciliane, era arrivata nell'albergo lunedì sorso e dalla camera non è mai uscita. Solo l'uomo che era in sua compagnia è uscito più volte dall'albergo per andare a comprare da mangiare. La 55enne tunisina è stata trovata morta nel letto, intorno alle 10 di mercoledì mattina, dalla donna delle pulizie. Un paio di ore prima l'uomo che era con lei ha pagato la stanza per un giorno in più, dicendo che la compagna sarebbe rimasta e di non disturbarla, e si è fatto poi riservare un altro hotel a Pisa.

Secondo quanto si è appreso, la donna, nuda sotto le coperte, era supina e presentava dei segni sul collo. Nella stanza è stato trovato e sequestrato un telefono cellulare, sul quale sono in corso gli accertamenti. La figlia della 55enne avrebbe cercato di contattare la madre chiamandola al cellulare fin da lunedì, ma non avrebbe mai ricevuto risposta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La dinamica dei fatti è tuttavia ancora da accertare con precisione e risolutivi si riveleranno i risultati dell'autopsia. Per ora gli investigatori escludono l'omicidio volontario, ma restano aperte tutte le altre ipotesi compresa, quella dell'omissione di soccorso. I segni sospetti riscontrati sul collo della tunisina potrebbero essere stati provocati da un rapporto sessuale (a cui la donna aveva acconsentito) particolarmente rude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le nuove leve dei Casalesi con a capo il figlio del boss: 18 arresti

  • Morti al ritorno dal mare, lacrime e dolore per l’addio a Donato ed Asia

  • Pentito svela la 'strategia del clan': "Bloccavamo gli imprenditori di Zagaria in cambio del 10% dell'appalto"

  • False ricette per intascare i soldi dall'Asl Caserta: chiuse le indagini per 14 persone

  • Botto in autostrada, auto distrutte dopo lo schianto | FOTO

  • Le confessioni in carcere del rampollo: “10mila euro al mese al padre ergastolano. Ha incontrato Zagaria a Modena”

Torna su
CasertaNews è in caricamento