menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La tragedia in mare

La tragedia in mare

Muore a soli 13 anni dopo un tragico tuffo in mare

La ragazza si è spenta dopo tre giorni di agonia. I familiari tratti in salvo dai bagnini. Indaga la guardia costiera

Ha lottato per tre giorni, ma il suo cuore non ha retto e nella notte tra giovedì e venerdì ha esalato il suo ultimo respiro. Non ce l'ha fatta la tredicenne di etnia rom ricoverata in gravissime condizioni dopo essere annegata nel mare di Castel Volturno, sulla sponda destra della Foce del Lago Patria.

La ragazza, in compagnia di 5 familiari, aveva deciso di avventurarsi in mare aperto dopo aver banchettato sulla porzione di spiaggia libera dove avevano deciso di stanziarsi. Qualche bracciata, l'incoscienza e qualche minuto dopo la tragedia. Urla e braccia che si agitavano confuse dalle acque, a circa 150 metri dalla riva, hanno attirato l'attenzione degli addetti al salvataggio del Lido Gallo che si sono precipitati in acqua.

In 5 sono stati tratti in salvo con i bagnini che sono riusciti a metterli in sicurezza sul pattino di salvataggio. La ragazza non c'è. Il panico e la disperazione sono notevoli ed il pattino di salvataggio con a bordo sei persone tra soccorsi e soccorritori si ribalta. Uno dei due bagnini scorge il corpicino della tredicenne che galleggia ancor più distante, circa 100 metri più in là.

L'addetto al salvataggio riesce ad afferrare la piccola priva di sensi prima che vada a fondo e la riporta sulla riva. Vengono praticate le opportune manovre di rianimazione ma la ragazzina non ha mai ripreso conoscenza. I soccorsi giunti a rilento a causa della chiusura del ponte sul Lago Patria provvedono ai trasporti presso i nosocomi vicini. La tredicenne già in condizioni critiche viene trasportata all'ospedale Santobono a Napoli per poi spegnersi a causa di un arresto cardiocircolatorio. Sul caso sono state avviate le indagini da parte della Capitaneria di Porto di Castel Volturno e Pozzuoli che dovrà chiarire la dinamica. 

Su quelle spiagge libere in via Marina di Varcaturo in quel preciso tratto alla Foce del Lago Patria a distanza di un'ora è stata scongiurata un'altra tragedia. Una famiglia italiana di quattro persone tra cui due bambini è stata salvata da quegli stessi addetti al salvataggio del Lido Gallo che avevano negli occhi ancora la tragedia del gruppo rom dove qualche metro di confine non decreta la decisione di una vita da salvare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Troppi contagi, il sindaco non si fida: "Le scuole restano chiuse"

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    "Cirillo arrestato. Ora mio padre può riposare in pace"

  • Cronaca

    Nove vittime del virus nel casertano, 150 nuovi positivi

  • Cronaca

    La carcassa di un capodoglio sulla spiaggia casertana | FOTO

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Caterina Balivo torna in tv su Rai 1

  • social

    Blue Monday 2021, oggi è il giorno più triste dell'anno

Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento