Muore a soli 13 anni dopo un tragico tuffo in mare

La ragazza si è spenta dopo tre giorni di agonia. I familiari tratti in salvo dai bagnini. Indaga la guardia costiera

La tragedia in mare

Ha lottato per tre giorni, ma il suo cuore non ha retto e nella notte tra giovedì e venerdì ha esalato il suo ultimo respiro. Non ce l'ha fatta la tredicenne di etnia rom ricoverata in gravissime condizioni dopo essere annegata nel mare di Castel Volturno, sulla sponda destra della Foce del Lago Patria.

La ragazza, in compagnia di 5 familiari, aveva deciso di avventurarsi in mare aperto dopo aver banchettato sulla porzione di spiaggia libera dove avevano deciso di stanziarsi. Qualche bracciata, l'incoscienza e qualche minuto dopo la tragedia. Urla e braccia che si agitavano confuse dalle acque, a circa 150 metri dalla riva, hanno attirato l'attenzione degli addetti al salvataggio del Lido Gallo che si sono precipitati in acqua.

In 5 sono stati tratti in salvo con i bagnini che sono riusciti a metterli in sicurezza sul pattino di salvataggio. La ragazza non c'è. Il panico e la disperazione sono notevoli ed il pattino di salvataggio con a bordo sei persone tra soccorsi e soccorritori si ribalta. Uno dei due bagnini scorge il corpicino della tredicenne che galleggia ancor più distante, circa 100 metri più in là.

L'addetto al salvataggio riesce ad afferrare la piccola priva di sensi prima che vada a fondo e la riporta sulla riva. Vengono praticate le opportune manovre di rianimazione ma la ragazzina non ha mai ripreso conoscenza. I soccorsi giunti a rilento a causa della chiusura del ponte sul Lago Patria provvedono ai trasporti presso i nosocomi vicini. La tredicenne già in condizioni critiche viene trasportata all'ospedale Santobono a Napoli per poi spegnersi a causa di un arresto cardiocircolatorio. Sul caso sono state avviate le indagini da parte della Capitaneria di Porto di Castel Volturno e Pozzuoli che dovrà chiarire la dinamica. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Su quelle spiagge libere in via Marina di Varcaturo in quel preciso tratto alla Foce del Lago Patria a distanza di un'ora è stata scongiurata un'altra tragedia. Una famiglia italiana di quattro persone tra cui due bambini è stata salvata da quegli stessi addetti al salvataggio del Lido Gallo che avevano negli occhi ancora la tragedia del gruppo rom dove qualche metro di confine non decreta la decisione di una vita da salvare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SPECIALE REGIONALI E' ufficiale: Grimaldi eletto. Nel nuovo consiglio regionale ben 5 uscenti

  • SPECIALE MARCIANISE Abbate sfiora i 9mila voti, Velardi a contatto. Alessandro Tartaglione all11%

  • SPECIALE MARCIANISE Moretta super con 1164 preferenze: cinque donne tra i candidati più votati

  • Maresciallo dei carabinieri investito e ucciso mentre fa jogging: arrestato 21enne

  • SPECIALE SANTA MARIA A VICO Tutti i voti e i nuovi consiglieri comunali

  • I contagi aumentano ancora. Caserta supera Aversa: è la città con più positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento