Botte a moglie a tre figlie, blitz della polizia

La decisione dopo la denuncia di una delle figlie

Nel pomeriggio di ieri a San Felice a Cancello, la Polizia di Stato ha dato esecuzione alla misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare e del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa, emessa dal gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, nei confronti di L.R., 55enne presunto autore del reato di maltrattamenti contro familiari e conviventi.

Il provvedimento cautelare scaturisce dalla denuncia presentata da una delle figlie e dalla successiva attività investigativa, svolta dalla Polizia di Stato del Commissariato di Maddaloni, coordinata dalla procura della Repubblica presso il Tribunale dei Santa Maria Capua Vetere,  dalla quale sono emersi  i comportamenti violenti perpetrati dall’uomo, nel corso degli anni, nei confronti della moglie e delle tre figlie, nonché lo stato di sudditanza psicologica creata nei confronti delle donne, ingenerando nei loro confronti uno stato di terrore psicologico tale da farle desistere dal chiedere aiuto alle autorità, finché una delle figlie ha trovato la forza di reagire e chiedere aiuto alla Polizia di Stato del Commissariato di Maddaloni.

I poliziotti, a seguito della denuncia, hanno intrapreso accurate indagini, che hanno consentito all’autorità giudiziaria competente di adottare la misura cautelare in argomento, alla quale è stata data esecuzione nel pomeriggio di ieri,  imponendo  a L.R.  l’allontanamento dalla casa familiare e il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalle persone offese, mantenendosi entro un raggio di almeno cento metri di distanza dall’abitazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Imprenditore casertano ubriaco alla guida uccide 37enne

  • La confessione del magistrato: "Volevo arrestare Maradona per un traffico di droga tra Caserta e Napoli"

Torna su
CasertaNews è in caricamento