rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca Sparanise

Investito dopo la lite, "mazzata" per De Rosa

Il giudice ha inflitto 9 anni e 4 mesi per l'uomo. La vittima finita su una sedia a rotelle

Nove anni e 4 mesi per Donato De Rosa, di Sparanise, accusato del tentato omicidio di un ragazzo di appena 17 anni. La sentenza è stata pronunciata pochi minuti fa dal collegio presieduto dal giudice Francesco Rugarli del tribunale di Santa Maria Capua Vetere.

Il pubblico ministero aveva chiesto ben 12 anni per De Rosa, anche alla luce delle lesioni gravissime patite dalla vittima, rimasta poi su una sedia a rotelle dopo l'incidente, ma i giudici hanno inflitto una pena leggermente minore. I giudici hanno inoltre disposto un risarcimento provvisionale del danno da 150mila euro in favore della vittima e di altri 330mila euro (112 a testa) per altri due familiari della stessa, costituitisi in giudizio con l'avvocato Gianluca Giordano. Il legale di De Rosa, l'avvocato Salvatore Piccolo, ha già annunciato appello alla sentenza, le cui motivazioni saranno rese note fra 90 giorni.

De Rosa, secondo quanto ricostruito, dopo aver avuto una lite con la vittima all'esterno di un bar di Francolise. Dopo l'alterco si mise in auto ed inseguì il ragazzo fino a raggiungerlo e speronarlo mentre questi si trovava a bordo di uno scooter. In seguito all'impatto il giovane finì contro una pensilina di un bus.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Investito dopo la lite, "mazzata" per De Rosa

CasertaNews è in caricamento