rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Cronaca Recale

Insulti razzisti in campo durante partita delle giovanili

Il presidente del Recale scende in campo e impone la sostituzione del suo calciatore. Ora si attende la decisione del giudice sportivo

Insulti razzisti durante una partita di calcio giovanile. E' accaduto a Recale dove un giovane calciatore ha insultato un avversario del Micri, originario della Repubblica Domenicana. 

E' accaduto durante l'ultimo incontro del campionato Under 17 Regionale. Secondo quanto riferisce Il Mattino, i due si sono affrontati durante tutta la gara occupando la stessa zona di campo. Scontri di gioco, furbate, prese di posizione. Tutto lecito durante una partita di calcio. Poi, in occasione di un calcio d'angolo, parte l'offesa: "Nero di m..".

Nell'occasione il calciatore domenicano decide di cambiare marcatura. Ma ormai la vicenda ha preso una brutta piega. Il calciatore del Recale avrebbe continuato ad insultare l'avversario almeno altre tre volte di cui l'ultima urlata e sentita fin sugli spalti. Ad ascoltare quelle offese c'è il presidente del Recale che a quel punto scende in campo ed impone al suo allenatore di cambiare quel giocatore. Poi arriveranno le scuse al Micri.

"Si deve intervenire immediatamente ed in modo duro altrimenti non colmeremo mai il gap che ci separa dai paese più avanzati. In tema di razzismo le cose fortunatamente stanno cambiando ma ancora troppo lentamente. Lo scorso anno fu preso di mira un nostro ragazzo nigeriano. Oggi questo episodio. Non si può transigere anche se fortunatamente le cose  vanno meglio", commenta il dirigente accompagnatore del Micri Carlo Capone. Adesso si attende la decisione del giudice sportivo.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insulti razzisti in campo durante partita delle giovanili

CasertaNews è in caricamento