Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Maxi nube nera, cittadini barricati per il rogo in un deposito di resine | LE FOTO

I vigili del fuoco hanno domato le fiamme, indagini in corso per scoprire la natura dell'incendio

La nube nera provocata dall'incendio di Teverola

Una nube nera enorme, ben visibile da gran parte dell’agro aversano, dalla Nola-Villa Literno e che ha costretto migliaia di cittadini a rintanarsi in casa nonostante il caldo asfissiante. È quella provoca dall’incendio scoppiato poco dopo le 12:30 a Teverola, in una stradina adiacente l’Appia 7bis.

Come emerso dai primi accertamenti dei vigili del fuoco, che allertati da decine di cittadini si sono precipitati sul posto per domare le fiamme. Il rogo sarebbe divampato originariamente da alcuni terreni coltivati e sterpaglie, salvo poi attaccare un deposito che stando a prime informazioni conteneva forme di resine per materiali cementizi.

Come spiegato dall’assessore di Teverola Alfonso Fattore, “non è chiaro se l’incendio sia di natura dolosa o colposa”. A partire da lunedì, è l’impegno del giovane assessore in carica da poche settimane, “controlli a tappeto: a partire dai terreni privati e incolti per evitare che l'incuria ed il senso di impunità possano continuare a compromettere ambiente e salute. Adotteremo tutte le misure necessarie per far fronte a questa emergenza”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi nube nera, cittadini barricati per il rogo in un deposito di resine | LE FOTO

CasertaNews è in caricamento