rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Cronaca San Prisco

Fermato alla guida di un'auto intestata a una persona morta da 11 anni

Il conducente è stato sanzionato e il veicolo sequestrato: le indagini hanno permesso di scoprire a suo carico anche diverse multe non pagate

Sorpreso alla guida di un veicolo intestato ad una persona deceduta 11 anni fa in barba alle comune regole di civiltà e prudenza. Allo spericolato automobilista è stata ritirata la carta di circolazione, il veicolo è stato sottoposto a fermo amministrativo e gli sono state comminate sanzioni amministrative per un rilevante importo. E’ successo nel fine settimana appena trascorso nel territorio di San Prisco, dove gli agenti della polizia locale, al comando del capitano Foniciello e coordinati dal sottotenente Ambrosino, hanno intensificato i controlli per il rispetto delle norme di comportamento prescritte dal Codice della Strada istituendo posti di controllo nei  luoghi più interessati dal traffico veicolare.  

Via Stellato, via Nazionale Appia e la S.S. 700 Variante Anas: sono solo alcune delle strade interessate dalla  presenza assidua della polizia locale finalizzata a prevenire incidenti stradali che, come in passato, hanno  avuto conseguenze nefaste.

Grazie alla sensibilità dell’assessore Luigi Abbate e di tutta l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Domenico D’Angelo, la polizia locale sta ampliando la propria attività di controllo del  territorio, ottenendo buoni risultati, nonostante il fatto che parte del personale è ancora impiegato part  time in 18 ore settimanali.

L’ episodio in questione è accaduto proprio questo fine settimana, gli agenti hanno fermato un uomo alla  guida di un autoveicolo, il quale proveniva da un comune non molto distante la città di San Prisco, che alla  richiesta dei documenti di circolazione non ha voluto, in un primo momento, esibirli. La circostanza ha insospettito gli agenti che hanno effettuato gli accertamenti del caso usufruendo, in quel  momento, anche del supporto telefonico con la locale stazione dei carabinieri e con il Comando di polizia  locale del comune di residenza del conducente.  

Il lavoro di squadra ha consentito di far emergere la verità, l’uomo guidava il veicolo intestato ad una  persona deceduta undici anni fa, a suo carico vi erano numerosi verbali non pagati e sono in corso attività investigative finalizzate a verificare il coinvolgimento del predetto veicolo in incidenti stradali. E’ appunto negli incidenti stradali con fuga od omissione di soccorso che il conducente di un simile veicolo farebbe perdere facilmente le proprie tracce rendendo anche un'eventuale azione di rivalsa civile molto difficoltosa.  

Proprio per evitare queste condotte incivili e pericolose che la polizia locale di San Prisco, nell’ultima  settimana, ha sottoposto a sanzioni amministrative accessorie tre veicoli, due immatricolati in paesi dell’Unione Europea ed uno immatricolato in Italia, togliendoli dalla disponibilità dei rispettivi conducenti ed affidandoli al custode giudiziario individuato dal prefetto di Caserta nell’impresa Marino Rent.  

Continueranno senza sosta, nei prossimi giorni, le attività di controllo del territorio e di tutela della  sicurezza stradale ad opera della polizia locale di San Prisco secondo gli indirizzi dell’amministrazione comunale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fermato alla guida di un'auto intestata a una persona morta da 11 anni

CasertaNews è in caricamento