menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Rosanna Savastano a 'Chi l'ha visto?'

Rosanna Savastano a 'Chi l'ha visto?'

Il giallo del bambino morto, l’appello della sorella dopo quasi 2 anni di buio

La riesumazione ancora non c’è stata, Rosanna: “I miei sacrifici caduti nel dimenticatoio”

Un giallo che va avanti da tanti anni, troppi per il cuore di una sorella che si sta battendo per conoscere la verità. Così Rosanna Savastano ha voluto lanciare un nuovo appello: “I miei sacrifici sono andati a finire nel dimenticatoio - ha scritto su Facebook - Ho versato un bollettino per la riesumazione del corpo ed a febbraio saranno 2 anni da questa richiesta ma niente nessuno mi ha fatto sapere più nulla a riguardo”.

Rosanna si sta battendo per conoscere la verità sul fratello Mario Salvatore, bambino che sarebbe morto nel 1989 subito dopo il parto con la gemella. Il caso venne fuori nel 2015, quando Rosanna e la mamma Maddalena furono intervistate a ‘Chi l’ha visto?’ su Rai 3 rivelando delle incongruenze sulla morte del fratellino. Fu presentato anche un esposto dall’avvocato Mauro Foglia, legale della famiglia, ma la Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere archiviò chiarendo che non ci sarebbe stato alcun dolo, ma errori che hanno portato alle tante contraddizioni della vicenda, anche perché eventuali responsabilità mediche, dopo 28 anni, sarebbero prescritte. I dubbi erano legati anche al luogo nel cimitero comunale dove era sepolto il feto.

Rosanna chiese all’ospedale anche la copia della cartella clinica ed i dubbi si amplificarono quando l’ufficio anagrafe del Comune rilasciò un certificato di nascita in cui Mario Salvatore non risultava deceduto. Un’altra sorpresa la famiglia Savastano la ricevette nel cimitero dove, ricercando il nome di Mario Salvatore tra i morti del 6 luglio 1989, non fu trovato, ma c’era quello della madre, Maddalena Viggiano, non riuscendo, poi, nemmeno a sapere dove il corpo sarebbe stato inumato. Nel 2018 fu presentata richiesta di esumazione del cadavere sotterrato, ma nulla si è mosso. Tra un po’ saranno due anni senza ancora conoscere la verità su Mario Salvatore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Autostrada liberata dopo 10 ore di inferno. "Andiamo a Roma"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento