Cronaca

"Si all'arresto dei ladri". La Procura ottiene il via libera dalla Cassazione

Il giudice non aveva convalidato il fermo dopo i colpi al centro commerciale Campania ed all'Outlet La Reggia

Erano stati arrestati dopo aver messo a segno tre colpi nei negozi del Centro Commerciale Campania e dell’Outlet di Marcianise, ma il loro fermo non era stato convalidato perché ritenuto dal giudice “un fatto di lieve entità”. Ma la Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere non ha mollato la presa sui due ladri stranieri di 22 e 28 anni, presentato ricorso in Cassazione. Ed i giudici capitolini gli hanno dato ragione. Perché, come scrivono nelle motivazioni, seppure il furto sia stato di lieve entità (290 euro circa), “il giudice chiamato a provvedere sulla convalida dell’arresto ha violato la legge nel riconoscere la sussistenza di ipotesi di arresto facoltativo in flagranza, laddove avrebbe dovuto arrestarsi al riscontro dell’osservanza dei requisiti formali dell’arresto”. I due ladri furono arrestati nel maggio dello scorso anno quando, unitamente ad altro soggetto minore, si resero responsabili del furto di alcuni capi di abbigliamento presso il negozio H&Mubicato all’interno del centro commerciale “Campania” e presso i negozi Adidas e Nike ubicati all’interno dell’outlet “La Reggia”. I ladri, previa effrazione del sistema antitaccheggio, rubarono alcuni capi di abbigliamento dagli esercizi commerciali tentando poi di allontanarsi, a piedi, in direzione Caivano. I carabinieri dell’Arma allertati dai dipendenti dei due esercizi commerciali, riuscirono a rintracciare e bloccare i malfattori. Ora la sentenza della Cassazione che permetterà alla Procura di chiedere il giudizio direttissimo per i due indagati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Si all'arresto dei ladri". La Procura ottiene il via libera dalla Cassazione

CasertaNews è in caricamento