rotate-mobile
Cronaca

Accusato di 60 furti d'auto, svolta al Riesame per 39enne

D'Amico coinvolto nella maxi inchiesta dei carabinieri sulla banda dei marmittari

Svolta al Riesame per Giuseppe D'Amico, 39 anni coinvolto nella maxi inchiesta dei carabinieri di Caserta sulla banda dei furti d'auto. I giudici del tribunale della Libertà hanno accolto l'istanza del difensore, l'avvocato Alfredo Santacroce, disponendo la sostituzione della misura cautelare in carcere con quella meno afflittiva degli arresti domiciliari. 

D'Amico è accusato di almeno 60 furti. Secondo quanto accertato dagli inquirenti, tra gennaio 2018 e febbraio 2019 la banda avrebbe messo a segno ben 84 furti di auto. Un sodalizio esperto che agiva sostituendo la centralina di avviamento dell'abitacolo e dopo aver forzato la serratura riusciva a mettere in moto manomettendo il nottolino di avviamento. 

Le auto una volta rubate venivano smontate con i pezzi che poi venivano messi in vendita ad ignari acquirenti. Nel corso delle indagini sono state individuate nel casertano due officine per lo smontaggio delle vetture (7 persone vennero arrestate in flagranza di reato).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accusato di 60 furti d'auto, svolta al Riesame per 39enne

CasertaNews è in caricamento