Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Fanghi dalla Campania smaltiti in Sardegna, archiviata l'indagine

Coinvolto il gestore del depuratore di Villa Literno ed un imprenditore di Castel Volturno

Si conclude con l'archiviazione l'indagine per lo smaltimento di rifiuti speciali provenienti dalla Campania nella discarica di Spiritu Santu, ad Olbia, gestita dal Consorzio Industriale provinciale del nord est della Sardegna.

Il gip Marco Contu ha accolto la richiesta di archiviazione del procuratore Gregorio Capasso nei confronti di Giovanni Maurelli, responsabile del settore Igiene ambientale del Cipnes all'epoca dei fatti, e l'allora presidente Mario Enzo Gattu, entrambi difesi dall'avvocato Marzio Altana. Archiviazione anche per Alfonso Gallo della Clanius Scarl, gestore del depuratore di Villa Literno, Alessandro di Ruocco di Torre del Greco, presidente del Cda della Akerus scarl, gestore dell'impianto di depurazione di Caivano, Gloria Vieri, di Pomezia, amministratore unico della Ecoter srl, e Luigi Ucciero, di Castelvolturno, legale rappresentante della Ecologia Euroambiente. 

Decisiva una nuova relazione dell'Arpas che, smentendo le analisi precedenti e parlando di "errore materiale" ha escluso la pericolosità di tutti i campioni di rifiuti esaminati a Spiritu Santu, facendo così cadere la contestazione della pericolosità dei fanghi prodotti da impianti di trattamento delle acque reflue provenienti dalla Campania, che aveva fatto scattare anche il sequestro di una parte della discarica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fanghi dalla Campania smaltiti in Sardegna, archiviata l'indagine

CasertaNews è in caricamento