rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Cronaca Mondragone

Il Riesame scarcera i nipoti del boss

Finiti in manette dopo blitz dei carabinieri

Arresti domiciliari per i nipotini del boss Giuseppe Fargnoli, Valerio e Vincenzo Di Meo, oltre che per Antonio Russo.

I tre rimasero coinvolti nel blitz antidroga dei carabinieri del Reparto Territoriale di Mondragone che portò all'arresto di 8 persone per detenzione e cessione continuata di sostanze stupefacenti in concorso. È quanto disposto dalla Decima Sezione del Riesame del tribunale di Napoli che ha accolto l'istanza del difensore degli indagati l'avvocato Ferdinando Letizia avverso l'ordinanza impositiva della misura cautelare della custodia in carcere emessa dal gip Orazio Rossi del tribunale di Santa Maria Capua Vetere.

Secondo quanto ricostruito dai militari nel mese di aprile e settembre 2020 di accertò l'esistenza di un gruppo di soggetti residenti a Mondragone, Castel Volturno e Napoli che spacciavano a Mondragone e comuni limitrofi grazie al canale di approvvigionamento fornito a Secondigliano quartiere Scampia di cui uno degli indagati era il referente. Grazie a servizi di appostamento, pedinamento, dichiarazioni rese dagli acquirenti/ consumatori e intercettazioni i carabinieri mondragonesi sono riusciti a cristallizzare e contestare agli indagati 240 episodi di spaccio. Nel corso delle investigazioni sono stati sequestrati circa 300 grammi di cocaina/ crack, 44 grammi di hashish e marijuana.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Riesame scarcera i nipoti del boss

CasertaNews è in caricamento