Fiumi di droga, chiesti 15 anni per 2 imputati ancora irreperibili

La requisitoria del pubblico ministero della Dda

Sono ancora irreperibili ma la Direzione distrettuale antimafia ha chiesto per loro la condanna. La requisitoria è stata tenuta questa mattina dal magistrato davanti alla Terza Sezione (collegio presieduto da Francesco Rugarli) nel processo che si sta tenendo a carico di due imputati (uno latitante, l’altro irreperibile) coinvolti in un’inchiesta sullo spaccio di droga a San Felice a Cancello. La loro posizione venne stralciata proprio perché i due, un polacco ed un romeno, riuscirono a rendersi uccel di bosco prima dell’arresto. Il pubblico ministero ha chiesto la condanna complessiva a quindici anni di carcere per i due imputati (rappresentati d’ufficio dagli avvocati Pasquale Delisati e Cavaliere). Il processo è stato poi aggiornato ad ottobre per le arringhe dei difensori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vinti 14mila euro nel casertano: centrato un terno al Lotto

  • La Campania può diventare 'zona arancione' nelle prossime 48 ore

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Imprenditore casertano ubriaco alla guida uccide 37enne

  • Il sindaco non ha più la maggioranza: bilancio bocciato. Dopo 18 mesi finisce l'era Golia

  • Altre 8 vittime del virus nel casertano ma i nuovi positivi sono in calo

Torna su
CasertaNews è in caricamento