rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Cronaca Capua

I clienti incastrano i pusher della piazza di spaccio: "Droga comprata da loro"

Il processo per la vendita di droga nel fortino del rione Santagata

"La droga l'abbiamo acquistata da loro". Lo hanno confermato ai giudici della prima sezione collegiale del tribunale di Santa Maria Capua Vetere tre 'clienti' nel corso del processo a carico di Lucia Amendola, 54 anni di Capua; Arcangelo Piucci, 56 anni di Capua; Vincenzo Rossetti, 39 anni di Capua, coinvolti nell'inchiesta sulla piazza di spaccio attiva al Rione Santagata di Capua.

I tre acquirenti hanno riconosciuto negli imputati i loro fornitori di fiducia di sostanza stupefacente. Il processo è stato poi rinviato a fine gennaio quando altri assuntori finiranno sul banco dei testimoni. Nel collegio difensivo sono impegnai gli avvocati Paolo Di Furia e Giuseppe De Lucia. 

L'inchiesta in cui i tre imputati sono stati coinvolti ha svelato l'operatività di una piazza di spaccio al complesso Primavera del rione Santagata gestita sul modello delle piazze di spaccio napoletane, con telecamere e vedette per monitorare chi entrava e chi usciva. Un fortino che gli stessi indagati indicano come “la base di Batman”. Nelle intercettazioni alcuni degli indagati si definiscono una “multinazionale della droga”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I clienti incastrano i pusher della piazza di spaccio: "Droga comprata da loro"

CasertaNews è in caricamento